Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

lunedì 23 settembre 2013

Unione Africana: a ottobre riunione sullo Statuto di Roma

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  23 settembre 2013  alle  7:00.

I dirigenti africani si riuniranno ad Addis Abeba il 13 ottobre per discutere di un possibile ritiro di alcuni membri dallo statuto di Roma istitutivo della Corte penale internazionale ().unioneafricana
Lo hanno detto fonti ufficiali dell’ (UA), secondo il quotidiano sudafricano Business Day.
Alcuni governanti africani hanno emesso riserve sull’operato dei giudici della Cpi, concentrati soltanto su crimini africani e presunti criminali africani, e persino accuse di ‘razzismo’ nei confronti della Corte.
Le indagini aperte dalla Cpi riguardano situazioni in Kenya, in Costa d’Avorio, in Libia, in Sudan, in Repubblica Democratica del Congo, in Repubblica Centrafricana, in Uganda e in Mali.
A fare notizia in questi giorni è soprattutto  il processo a William Ruto, attuale vice presidente del Kenya, accusato di responsabilità nelle violenze che seguirono le elezioni presidenziali del 2007.
Il Parlamento di Nairobi ha già approvato la mozione che apre la strada alla legge con cui il Kenya dovrebbe lasciare lo statuto di Roma. Il Kenya, che aveva chiesto agli altri paesi del continente di seguire il suo esempio, si è detto soddisfatto della riunione in programma ad ottobre.
Dal Sudafrica, il primo paese dell’Unione Africana, fonti ufficiali hanno anticipato che non intendono rimettere in questione l’ adesione.

mercoledì 11 settembre 2013

Africa: rapporto, “il 70% dei terreni coltivabili è inutilizzato”

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  11 settembre 2013  alle  7:00.

africaagricolturaIn sub-sahariana, il 70% dei coltivabili è inutilizzato: è uno dei principali dati che emergono dal rapporto diffuso in queste ore dall’Associazione per una Rivoluzione Verde in (AGRA, dal suo acronimo inglese) che ha preso in esame i dati di 16 paesi del continente, soprattutto riguardo alle colture destinate all’alimentazione umana ed animale.
Il documento – intitolato “Africa Agriculture Status Report : Focus on Staple” – raccoglie i dati forniti dai governi, incrociandoli con indagini condotte sul campo dall’Associazione, e dagli indicatori forniti dalle agenzie delle Nazioni Unite dedicate all’, FAO e IFAD in testa.
Per i 16 paesi presi in esame, la relazione individua le debolezze delle politiche agricole in relazione al potenziale intrinseco nel settore agricolo e mette in evidenza le aree critiche su cui focalizzare interventi e investimenti.
E così se il 70% dei terreni è inutilizzato, si apprende anche che le proprietà agricole vedono continuare a diminuire le proprie estensioni, notando che le aziende agricole della maggior parte dei paesi hanno oggi una dimensione media inferiore ai tre ettari.
Il rapporto sottolinea anche il calo della fertilità del suolo in Africa, individuandola come una delle principali minacce ai rendimenti, allo sviluppo agricolo e alla sicurezza alimentare del continente.
Altrettanto preoccupante il dato che si riferisce al personale impegnato nella ricerca agricola: l’Africa ha il dato più basso del mondo, con solo 70 ricercatori per ogni milione di abitanti, a differenza degli Stati Uniti e del Giappone, che hanno rispettivamente 2640 e il 4380 ricercatori.
Inoltre, nota il rapporto, leggi nazionali e regolamenti regionali obsoleti ostacolano lo sviluppo dei mercati delle in Africa.
Anche se l’agricoltura rappresenta il 40% del PIL di alcuni paesi africani, solo lo 0,25% dei prestiti bancari sono indirizzati verso i piccoli agricoltori.
Un altro problema sottolineato è l’insufficiente utilizzo di da parte degli agricoltori.
Il consumo di concimi minerali in Africa è attualmente di circa 10 kg per ettaro, contro più di 125 in Brasile e 150 in Asia.
Il rapporto di Agra fa il punto sullo stato dell’agricoltura nel Continente 10 anni dopo la “Dichiarazione di Maputo”, firmata nel Luglio 2003, nella quale gli stati africani si erano impegnati di dedicare il 10% del loro budget all’agricoltura.